Crea sito

Performing the Archive: Sportification

WIFF~WAFF

testo e disegni di Franco Ariaudo

Fu nell’Inghilterra del diciannovesimo secolo che un tavolo da pranzo ricevette per la prima volta una seconda vita come estemporaneo, sostituto del tennis in una forma indoor. Si chiamava Wiff-Waff e sebbene il nome sia sbiadito, il gioco rimane, altrimenti noto come tennis tavolo o ping-pong.

Gli artisti, si sa, sono stati storicamente appassionati di giochi – si pensi a Marcel Duchamp e agli avanguardisti del 20 ° secolo che collegavano gli scacchi alla loro pratica artistica – allo stesso modo, i tavoli e le racchette del ping-pong si sono fatti strada nelle mani degli artisti.

Spulciando nella sezione “performativity” dell’archivio SPORTIFICATION emergono diversi esempi di progetti artistici incentrati sull’uso del ping-pong e delle sue componenti. Prima e dopo Fluxus molti sono infatti gli artisti che hanno ragionato sulla natura ludica fondata sul dialogo di questo gioco, modificando limiti e struttura di questo apparentemente infinito botta e risposta tra due persone ai lati opposti dello stesso tavolo, che comunicano rilanciandosi una pallina di celluloide, cercando ognuno di confutare il colpo dell’altro, ostacolati e divisi da una barricata di rete di 15,25cm.

Sportification è una serie di ricerche, azioni culturali e artistiche che alimentano la pubblicazione Sportification, eurovisions, performativity and playgrounds. Si tratta di una ricerca interdisciplinare incentrata sull’analisi del tema dello sport, dell’agonismo e del gioco al giorno d’oggi.

La base del lavoro sono una serie di testi/saggi di esperti e curatori ispirati da un vasto archivio di immagini e video del famoso show televisivo Giochi Senza Frontiere / Jeux Sans Frontieres / Spiel Onhe Grenzen / It’s a Knockout, che costituisce la guida master del libro, una “vera” archeologia della performance ludica dai tempi dei villaggi pittoreschi, all’Eurovisione, all’era post-politica della Comunità Europea. Il progetto che cavalca l’utopia di una società “giocosa e leggera” sottolinea l’opera di “sportivizzazione” del corpo sociale e l’estrema politicizzazione dello sport in Europa.

La serie di interventi artistici in vari campi da gioco hanno preparato il terreno teorico per la pubblicazione che unisce una vasta categorizzazione di performance artistiche (sezione 2 / Performativity) comparate alla scena televisiva popolare dello spettacolo pubblico.

Al seguente link potete acquistare il libro: http://publishing.viaindustriae.it/?p=614

SPORTIFICATION
eurovisions, performativity and playgrounds, 1965-99
Edited by Franco Ariaudo, Luca Pucci, Emanuele De Donno
Viaindustriae publishing, 2017
Progetto grafico: Federico Antonini
Stampato in offset, 1 colore (nero), 3 colori (RYB), 4 colori (CMYK)
softcover, illustrato, 576 pagine, 17×25 cm, ing/ita
stampato in 700 copie
lingue: ing / ita


Progetto bonus: